Glossario

A – B – CDEFG – H – I – L – MNOP – Q – RS – T – U – V – Z

  

 

A   

  

ACCORDI QUADRO

Accordo concluso tra una o più stazioni appaltanti e uno o più fornitori in cui si stabiliscono le clausole relative agli appalti da aggiudicare durante un dato periodo, in particolare per quanto riguarda i prezzi ed eventualmente le quantità previste.

 

C

  

CENTRALE DI COMMITTENZA

Ai sensi del D.lgs. n. 50 del 2016, una centrale di committenza è un'amministrazione aggiudicatrice che:

  • acquista forniture o servizi destinati a stazioni appaltanti;
  • aggiudica appalti pubblici o conclude accordi quadro per lavori, forniture o servizi destinati a stazioni appaltanti.

 

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI

Il D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, Codice dei contratti pubblici, in attuazione delle direttive comunitarie in materia (direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE), disciplina i contratti di appalto e di concessione delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori aventi ad oggetto l’acquisizione di servizi, forniture, lavori e opere, nonché i concorsi pubblici di progettazione.

Il Codice è stato aggiornato con le modifiche introdotte dal Decreto correttivo (Dd.lgs. 19 aprile 2017, n. 56, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 5 maggio 2017, n. 103).

 

CONVENZIONI-QUADRO

Le convenzioni-quadro sono contratti in cui il fornitore aggiudicatario si impegna ad eseguire ordinativi di fornitura emessi dalle singole pubbliche amministrazioni. Il fornitore è obbligato a fornire i beni e/o i servizi alle condizioni ed entro le quantità massime previste nel contratto stesso.

 

D

  

DEMATERIALIZZAZIONE

Con dematerializzazione si intende il processo di conversione dei documenti dal formato cartaceo al formato digitale, fruibile con mezzi informatici.

 

DIALOGO COMPETITIVO

Il dialogo competitivo è una procedura di affidamento con la quale una stazione appaltante avvia un dialogo con gli operatori economici selezionati, al fine di elaborare una o più soluzioni atte a soddisfare le sue necessità e sulla base delle quali i candidati selezionati saranno invitati a presentare le offerte. 

 

E

  

E-PROCUREMENT

Il termine e-procurement indica l'insieme di tecnologie, procedure, operazioni e modalità organizzative che consentono alle aziende e alle pubbliche amministrazioni di approvvigionarsi di beni e servizi acquistandoli on-line, grazie alle possibilità offerte dallo sviluppo delle tecnologie telematiche.

 

F

  

FATTURA ELETTRONICA

Con il termine “fattura elettronica” si intende una fattura scambiata in modalità informatica, registrata in forma digitale attraverso sistemi e specifiche che permettono di salvaguardarne l’integrità dei contenuti e l’univocità del soggetto che ha emesso la fattura stessa, senza alcuna necessità della stampa su carta.

 

FIRMA DIGITALE

La firma digitale è l'equivalente elettronico di una tradizionale firma apposta su carta, e ne assume lo stesso valore legale. E' associata stabilmente al documento informatico e lo arricchisce di informazioni che attestano con certezza l'integrità, l'autenticità e la non ripudiabilità dello stesso.

 

G

  

GREEN PUBLIC PROCUREMENT (GPP)

Approccio in base al quale le pubbliche amministrazioni integrano nelle proprie procedure di acquisto di beni e servizi considerazioni e criteri di carattere ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto sull'ambiente lungo l'intero ciclo di vita.

 

M

 

MERCATO ELETTRONICO DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA (MERER)

Il Mercato Elettronico Regione Emilia-Romagna (MERER) è uno strumento di e-procurement che Intercent-ER mette a disposizione delle P.A. del territorio per l'acquisto di beni e servizi al di sotto della soglia di rilievo comunitario. Si tratta di un sistema di negoziazione digitale che consente ai Punti Ordinanti delle Amministrazioni di sottoporre delle Richieste di Offerta (RdO) a fornitori abilitati, svolgendo per via telematica l’intera procedura.

 

N

 

NEGOZIO ELETTRONICO

Il negozio elettronico è un negozio virtuale creato a valle di una convenzione quadro. Le caratteristiche dei beni e/o servizi, i prezzi e le condizioni di fornitura vengono pubblicate sul sito e sul sistema telematico di IntercentER; gli utenti autorizzati possono inviare on-line ordinativi di fornitura che identificano la quantità di beni/servizi richiesta e il luogo di consegna.

 

NODO TELEMATICO DI INTERSCAMBIO

Il Nodo Telematico di Interscambio della Regione Emilia-Romagna (NoTIER) rappresenta lo strumento organizzativo interoperabile per gestire n modalità informatizzata lo scambio di documenti del ciclo passivo degli acquisti, quali fatture, ordini e documenti di trasporto in formato elettronico.

 

O

 

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA

L’art. 95 comma 2 del Codice appalti (D.Lgs 50/2016) prevede che in linea generale le stazioni appaltanti aggiudichino gli appalti sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa oppure sulla base dell’elemento prezzo o del costo. L’offerta economicamente più vantaggiosa viene individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

 

OFFERTA AL MINOR PREZZO 

Un appalto potrà essere aggiudicato sulla base del criterio dell’offerta al minor prezzo o costo, seguendo un criterio di comparazione costo/efficacia quale il costo del ciclo di vita.  Per i servizi e le forniture potrà essere applicato il criterio dell’offerta al minor prezzo nei seguenti casi:

  • beni/servizi con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato; 
  • beni/servizi di importo fino a 40.000 euro solo se caratterizzati da elevata ripetitività.

 

P

 

PORTALE

È il Sito web contenente le informazioni relative ad un particolare progetto/argomento. Può contenere delle parti protette il cui accesso/utilizzo è possibile da parte dell'utente solo previa registrazione/abilitazione.

 

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA 

La posta elettronica certificata (PEC) consente di attribuire a un messaggio di posta elettronica lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento tradizionale. Anche il contenuto può essere certificato e firmato elettronicamente oppure criptato garantendo quindi anche autenticazione, integrità dei dati e confidenzialità.

 

PROCEDURA APERTA

Procedura di affidamento in cui, qualsiasi operatore economico interessato, può presentare un’offerta in risposta all’avviso di indizione di una gara.

 

PROCEDURA RISTRETTA 

Procedura di affidamento a cui ogni operatore economico può chiedere di partecipare e in cui possono presentare un'offerta soltanto gli operatori economici invitati dalle stazioni appaltanti. È una procedura suddivisa dunque in due fasi: la fase di valutazione delle domande di partecipazione e la fase a inviti, in cui la stazione appaltante valuterà solo le offerte presentate dai candidati ritenuti idonei durante la prima selezione.

 

PROCEDURA NEGOZIATA

Procedura di affidamento in cui le stazioni appaltanti consultano gli operatori economici da loro scelti e negoziano con uno o più di essi le condizioni dell'appalto. Le amministrazioni aggiudicatrici possono  fare uso di una procedura negoziata senza previa  pubblicazione  di  un bando di gara nelle sole condizioni previste dall’art 63 del D.Lgs. 50/2016.

 

PROCEDURE DI GARA TELEMATICHE

Procedure di gara interamente gestite con piattaforme telematiche di negoziazione. Gli operatori economici intenzionati a partecipare alla gara presentano per via telematica la documentazione richiesta e collocano online le proprie offerte. A seguito dello sblocco delle offerte, il sistema provvede automaticamente a calcolare la graduatoria finale.

 

PUNTO ISTRUTTORE

Il Punto Istruttore è l'utente che, previa registrazione al Sistema effettuata da un Punto Ordinante, ha la possibilità di accedere al Sistema e per la predisposizione di ordinativi di fornitura o di richieste di offerta. Per perfezionare le procedure predisposte dal Punto Istruttore, è necessario che il Punto Ordinante esamini, firmi digitalmente ed invii i relativi documenti.

 

PUNTO ORDINANTE

È l'utente che, autorizzato ad impegnare la spesa per conto dell'Amministrazione di appartenenza per ciascuna categoria merceologica ed entro i limiti previsti dai propri poteri di delega, può effettuare a sistema ordinativi di fornitura e richieste di offerta. Il Punto ordinante è, quindi, il solo utente in grado di perfezionare i contratti derivanti dall'utilizzo di strumenti telematici mediante la firma digitale.

 

R

 

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

Per ogni singola procedura per l’affidamento di un appalto o di una concessione, il Codice dei contratti pubblici prevede sia individuato dalla stazione appaltante un responsabile unico del procedimento (RUP) che svolge tutti i compiti relativi alle procedure di programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione previste dal Codice.

 

RICHIESTA DI OFFERTA

Nell’ambito del Mercato elettronico (MERER), le Richieste di Offerta (RdO) sono le richieste che le Amministrazioni rivolgono ai fornitori abilitati, specificando le caratteristiche dei beni/servizi richiesti e gli altri elementi necessari per lo svolgimento della procedura. A seguito del ricevimento della RdO, i fornitori intenzionati a partecipare collocano la propria offerta.

 

S

 

SISTEMA PER GLI ACQUISTI TELEMATICI DELL’EMILIA-ROMAGNA (SATER) 

Il Sistema per gli Acquisti Telematici dell’Emilia-Romagna (SATER) è il sistema di e-procurement, ovvero la piattaforma telematica di negoziazione, sviluppato e gestito dall’Agenzia regionale Intercent-ER.

 

SISTEMI DINAMICI DI ACQUISIZIONE (SDA)

Processo di acquisizione interamente elettronico per acquisti di uso corrente, le cui caratteristiche, così come generalmente disponibili sul mercato, soddisfano le  esigenze  delle stazioni appaltanti. Un sistema dinamico di acquisizione è aperto  per  tutto  il  periodo  di efficacia a qualsiasi operatore economico che soddisfi i  criteri  di selezione. Per ogni  appalto specifico realizzato  nell'ambito di uno SDA, le stazioni appaltanti invitano a presentare un'offerta tutti i partecipanti  ammessi al sistema dinamico di acquisizione

 

 SOCIAL PROCUREMENT

Approccio in base al quale le Pubbliche Amministrazioni integrano nelle proprie procedure di acquisto di beni e servizi considerazioni etiche e criteri di carattere sociale, attraverso la ricerca e la scelta di soluzioni che intendono valorizzare e/o tutelare la comunità sociale.

 

SOGGETTI AGGREGATORI

Per rafforzare il percorso di razionalizzazione e centralizzazione della spesa pubblica nel settore di beni e servizi, il DL n. 66 del 2014 ha previsto la creazione di un elenco dei Soggetti Aggregatori, di cui possono fare parte, oltre a Consip, le centrali di acquisto regionali e altri soggetti che rispondono ai requisiti definiti con il DPCM dell’11 novembre 2014. Lo stesso DL 66/2014 ha stabilito che le amministrazioni statali, le regioni, gli enti regionali, i loro consorzi e associazioni, e gli enti del servizio sanitario nazionale debbano fare riferimento ai Soggetti Aggregatori per acquistare, oltre a determinate soglie, i beni/servizi che appartengono a determinate categorie merceologiche, individuate annualmente con un apposito DPCM

 

SOGLIA DEI CONTRATTI PUBBLICI DI RILEVANZA COMUNITARIA

Ai sensi del’art. 35 del Codice dei contratti pubblici (D.lsg. 18 aprile 2016, n.50), la soglia di rilevanza comunitaria per gli appalti pubblici di forniture, di servizi e per i concorsi pubblici di progettazione aggiudicati da amministrazioni aggiudicatrici sub-centrali è pari a euro 209.000

 

STAZIONE APPALTANTE

Con il termine stazione appaltante si fa riferimento ad un'amministrazione aggiudicatrice o ad un altro soggetto, sottoposto alla disciplina del Codice dei contratti pubblici, che affida appalti pubblici di lavori, beni o servizi, oppure concessioni di lavori pubblici o di servizi.

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/03/2014 — ultima modifica 01/08/2017

Intercent-ER Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici (Cod. Fiscale 91252510374)

Via dei Mille 21, 40121 Bologna - tel: 051 5273081 / 051 5273082 – fax: 051 5273084

intercenter@postacert.regione.emilia-romagna.it, intercenter@regione.emilia-romagna.it

Call Center: numero verde 800 810799, ​info.intercenter@regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali