IIeP (Italian Interoperable eProcurement)

Le nuove Direttive Europee sul public procurement (2014/25/EU, 2014/24/EU e 2014/23/EU) richiedono agli stati membri di implementare progressivamente, entro il 2018, gli acquisti e gli appalti elettronici, per migliorare le possibilità degli operatori economici di partecipare alle procedure di acquisto all’interno del mercato unico.

IIeP (Italian Interoperable eProcurement) è un progetto finanziato dalla Commissione europea, attraverso il programma Connecting European Facilities (CEF-TC-2015-1), che ha l’obiettivo di integrare il Sistema Italiano di Monitoraggio Gare (SIMOG) con e-CERTIS, la piattaforma informativa sugli appalti UE e le piattaforme di e-procurement delle Centrali di Acquisto nazionali, nell’ambito del programma europeo di standardizzazione degli appalti pubblici.

Il progetto, realizzato da un raggruppamento di istituzioni pubbliche italiane e partner privati formato da Intercent-ER, Autorità Nazionale per l’Anticorruzione, Consip e InVerso, coordinati dall’Agenzia per l’Italia Digitale, è stato avviato il primo gennaio 2017 e si conclude il 30 settembre 2018.

Il principale risultato atteso è l’evoluzione di SIMOG per l’allineamento ai criteri di ammissione con e-CERTIS, in conformità a quanto previsto dalle Direttive europee sugli appalti pubblici.

SIMOG, sarà abilitato a ricevere da e-CERTIS la mappatura dei criteri di ammissione validi per ogni Paese europeo  e a trasmettere i criteri nazionali e le relative evidenze riconosciute dalla normativa italiana; di conseguenza le piattaforme di e-Procurement delle Centrali di Acquisto saranno aggiornate in modo da interagire e garantire l’allineamento delle procedure ai requisiti nazionali ed europei.

Tali implementazioni consentiranno agli operatori economici stranieri di partecipare alle procedure di gara italiane e alle amministrazioni nazionali di uniformare i criteri di ammissione delle proprie procedure d’acquisto a quelli comunitari.

Inoltre, nell’ambito del progetto saranno sviluppate le funzionalità che consentiranno alle Centrali di Acquisto di informatizzare l’acquisizione del CIG tramite le piattaforme di e-procurement

Di seguito si riporta la descrizione del processo:

simog600.png
  1. La Centrale di Acquisto registra una procedura di gara e i relativi criteri/requisiti di ammissione sulla propria piattaforma di e-Procurement. La piattaforma invia di dati a SIMOG.
  2. La Centrale di Acquisto riceve l’identificativo univoco della procedura di gara (CIG) da SIMOG.
  3. SIMOG interroga il database e-Certis per raccogliere informazioni sui corrispondenti requisiti di gara (criteri di ammissione) per tutti gli Stati membri.
  4. SIMOG mette a disposizione alla Centrale di Acquisto le informazioni sui corrispondenti requisiti di gara per tutti gli Stati membri.

 

Le implementazioni previste dal progetto IIeP assicureranno accessibilità, connettività e interoperabilità transfrontaliere, garantendo anche lo scambio di dati sicuro e affidabile.

     

    Approfondimenti:

     

     

    Co-financed by the Connecting Europe Facility of the European Union
    Co-financed by the Connecting Europe Facility
    of the European Union

    Azioni sul documento

    pubblicato il 2018/09/18 11:05:00 GMT+1 ultima modifica 2019-03-21T11:05:39+01:00

    Valuta il sito

    Non hai trovato quello che cerchi?

    Piè di pagina