Sostenibilità ambientale: i benefici raggiunti grazie alle Convenzioni di Intercent-ER

Con le iniziative verdi dell’Agenzia nel 2020 sono state evitate oltre 319mila tonnellate di CO2

Intercent-ER da sempre rivolge una particolare attenzione al tema della sostenibilità ambientale degli acquisti pubblici (o GPP, Gre­en Public Procurement). Attraverso le procedure di gara, infatti, l’Agenzia può svolgere un ruolo fondamenta­le nell’orientare i consumi degli Enti del territorio verso prodotti e servizi “verdi”, agendo al contempo da leva per lo sviluppo di un mercato di beni e prestazioni a ridotto impatto ambientale da parte degli Operato­ri economici che partecipano ai suoi bandi e contribuendo così al raggiungimento degli obiettivi previsti dal Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi pubblici della Regione Emilia-Romagna.

Tale impegno si è tradotto negli anni nell’attivazione di oltre cento Convenzioni Quadro con criteri green, relative a numerose categorie merceologiche: dall’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili alla carta riciclata, dagli accessori per la consumazione dei pasti a ridot­to impatto ambientale agli automezzi a metano ed elettrici, dagli arredi in legname proveniente da foreste certificate ai servizi di raccolta e trasporto rifiuti per le Aziende sanitarie.

Grazie al supporto di Art-ER Attrattività Ri­cerca Territorio, società consortile del­la Regione Emilia-Romagna, l’Agenzia sviluppa da alcuni anni un’analisi degli acquisti effettuati dalle P.A. regionali tramite le Convenzioni verdi, per poter valutare gli impatti ambientali prodotti con le proprie iniziative di acquisto.

Per il 2020, tale analisi ha consentito di stimare che - grazie agli acquisti ef­fettuati dagli Enti nell’ambito di alcune delle principali convenzioni stipula­te dall’Agenzia - sono state emesse nell’ambiente circa 319.000 tonnella­te di CO2 in meno.

In particolare, il beneficio più consi­stente per l’ambiente si è registrato con le Convenzioni relative alla forni­tura di energia elettrica che, in virtù dell’acquisto di 631,7 milioni di Kwh di energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili, ha garantito l’emissio­ne di oltre 305.000 tonnellate di anidri­de carbonica in meno rispetto all’equi­valente acquisto di energia prodotta da combustibili fossili.

Elevati i benefici ambientali anche nel caso della convenzione “Raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti speciali delle aziende sanitarie 4”, con cui le Aziende sanitarie regionali hanno potuto usufruire di oltre 3 mi­lioni e 400mila contenitori riutilizzabili per lo smaltimento di 10.707.599 kg di rifiuti sanitari, permettendo una minor produzione di anidride carbonica pari a 10.925 tonnellate.

Per maggiori informazioni, nella sezione Benefici Ambientali del sito sono disponibili ulteriori dati relativi ai risparmi per l’ambiente raggiunti nell’ambito delle Convenzioni di Intercent-ER.

Diapositiva4.JPG

Diapositiva8.JPG

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/03/11 16:00:00 GMT+2 ultima modifica 2021-03-10T14:02:27+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina